Stenos

maestri d’arte

Se avete un artista, un libro o un cataologo altro ancora da segnalare inviare una e-mail a stenos@stenos.it

Gian Lorenzo Bernini

Gian Lorenzo Bernini, nasce a Napoli il 7 dicembre del 1598. Il padre, che era un famoso scultore, si trasferisce a Roma nel 1605. La genialità del giovane Bernini arrivò all’orecchio del cardinale Scipione Borghese. Durante il suo soggiorno a Villa Borghese il giovane scultore realizzò sculture quali, ad esempio, il Satiro molestato dai Putti. Ecco perché passeggiare per Roma e incontrare l’opera del Bernini è facilissimo. Si può partire dal famoso Colonnato di San Pietro, la cui maestosità architettonica è straordinaria, per poi ammirare, una volta entrati nella Basilica, l’enorme Baldacchino in bronzo, la statua di San Longino, le balconate aperte sui pilastri della cupola, le decorazioni della navata maggiore, le tombe della contessa Matilde di Toscana, dei pontefici Urbano VIII e Alessandro VII, poi ancora si può andare dal rilievo “Pasce oves meas” alla stupenda Scala Regia con la sua monumentale statua equestre di Costantino. Ma la presenza delle opere del Bernini non è solamente esclusiva del Vaticano, infatti le troviamo nelle più belle piazze dell’Urbe, dove ha realizzato straordinarie fontane: da piazza Navona, con la fontana del Moro e quella dei Quattro Fiumi, di fronte alla chiesa di Santa Agnese in Agone del Borromini, dove la tradizione popolare che, interprete dell’antagonismo tra i due geniali architetti, attribuisce il gesto di una delle statue della fontana del Bernini, un atteggiamento critico nei confronti della facciata della chiesa. Come non ricordare la Fontana del Tritone a piazza Barberini, quella della Barcaccia a piazza di Spagna. Anche negli interni delle numerosissime chiese di Roma possiamo ammirare la sua opera, come quelle di S. Isidoro, S. Maria della Vittoria, S. Andrea, S. Maria Maggiore, solo per citarne alcune.  

SOMMARIO

e-mail a stenos@stenos.it

Pubblicita’ a basso costo e a dimensione mondiale? Invia una e-mail a stenos@stenos.it e sarai ricontattato da un nostro incaricato